TEMPI CHE CAMBIANO

Il 1° Maggio è, da calendario, la “Festa del Lavoro”; secondo altra dizione (faziosa?), é la “Festa dei Lavoratori”. Terza definizione (così nessuno si sente escluso), il Primo Maggio è la Festa di S. Giuseppe Artigiano. Beh, io i cortei con le bandiere rosse e le chiavi inglesi della FIOM a garantire il Servizio d’Ordine me li ricordo, ma non … Continua a leggere

LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI GLI ALTRI

Il portavoce del Dipartimento di Giustizia dello Stato dell’Ontario (Canada) ha annunciato ieri che, in un futuro immediato, i musulmani residenti in Ontario che ne facciano richiesta potranno essere giudicati secondo la legge coranica, da un tribunale in cui, oltre al giudice, siederanno anche imam e sapienti dell’Islam. La cosa, è per il momento, limitata ai casi di liti in … Continua a leggere

STURMTRUPPEN

Qualcuno ricorderà le “Sturmtruppen”, i simpatici soldatini tedeschi creati da Bonvi (che mi manca tanto) negli anni ’70. Fra i personaggi delle vignette spiccava -oltre ai consueti protagonisti: il sergente, il capitano gay, il giovane tenentino, ecc. ecc.- il “Fiero Alleaten Galeazzo Musolesi”: ovvero un fascista bugiardo, opportunista e vile, che metteva alla berlina con il suo comportamento fellone tutta … Continua a leggere

NON E’ MAI TROPPO TARDI

Mi ha fatto un po’ impressione sentire quella sua vocetta arrogante (da professore convinto della sua naturale superiorità sugli studenti) pronunciare parole inattese. Per la prima volta, dopo tre anni in cui la più spocchiosa autoreferenzialità è stata la sola base delle sue immutabili certezze, non ha detto che tutti quelli intorno erano un branco di idioti incompetenti, e “wingwaziate … Continua a leggere

DELL’ARTE DI TACERE

La vicenda degli ostaggi sequestrati in Irak è, ovviamente, al centro dell’attenzione di tutti gli italiani, e mantiene saldamente il titolo in prima pagina su tutti i giornali. Così può capitare che, per smania comunicativa e ricerca di visibilità/consenso (linfa vitale di ogni attività politica), persino un “Grande Comunicatore” come Silvio Berlusconi infili qualche parola di troppo, fuori luogo, nel … Continua a leggere

GENTE CHE CONTA

Come ogni anno, la rivista americana “Time” (quella delle copertine, per capirci) ha svolto la sua ricerca sui VIP (i VIP veri, non i promossi tali dalla TV): cioè quei 100 personaggi che, in tutto il mondo, per il potere di cui sono investiti o la considerazione di cui godono, sono in grado di influenzare le scelte e le opinioni … Continua a leggere

NEANCHE PER SCHERZO

Cosa io pensi della guerra in Iraq e’ abbastanza semplice: non dovremmo essere li’, e le gravi responsabilita’ di questo governo di inetti in tale sciagurata e funesta avventura non potranno mai passare in cavalleria, a giugno come in seguito. Ora che (purtroppo) ci siamo e contiamo i morti, dobbiamo (purtroppo) restarci perche’ (purtroppo) non possiamo andarcene come se niente … Continua a leggere

IPSE DIXIT – 2a puntata

G. Spinato www.giampaolospinato.it wrote: 3 aprile 2004 – Milano – Assemblea della Confindustria: DATEMI IL 51% E FARO’ VINCERE ANCHE L‘ITALIA COME IL MILAN! Silvio Berlusconi A me sembra che apoliticamente e acalcisticamente, civilmente, razionalmente, logicamente, se ne possa trarre un’unica conclusione: porta sfiga davvero. By Slowhand, 8/4/2004.

UN BIVACCO DI MANIPOLI

“L’ingresso di elementi irrazionali nel confronto politico prelude alla scelta della violenza verbale e fisica, che fuori dall’aula parlamentare compromette la vita pacifica dei cittadini. La giustificazione ultima della democrazia consiste nel cambiare governo senza violenza, pacificamente. Se si indulge anche solo ad atteggiamenti tumultuari si dichiara la propria inadeguatezza a gestire funzioni istituzionali in regime democratico.” (F.P.Casavola, Presidente Emerito … Continua a leggere