IL BUNKER

Il bunker si sta chiudendo. Tra pochi mesi ci sono le regionali, le politiche tra poco più di un anno, Berlusconi non può più permettersi lo sfizio di mostrare quanto è buono e quanto è bravo e quanto è pluralista e quanto è democratico: ha bisogno di controllare e dirigere i canali di informazione, senza sacche di indipendenza (reale o presunta che sia) o resistenza.
Il cambio di direzione del TG5 è l’inizio ufficiale della campagna elettorale permanente che ci accompagnerà nei prossimi mesi. Tutti contro tutti, con le truppe schierate e lotta senza scrupoli nè esclusione di colpi.
Perciò, grazie Enrico (sorriso, stretta di mano, si volta dall’altra parte), venga, dottor Rossella, si accomodi (sorriso, stretta di mano, altro sorriso).
Così va l’Italia berlusconiana, in questo piovoso novembre 2004.

By Slowhand, 12/11/2004

IL BUNKERultima modifica: 2004-11-12T11:12:31+01:00da canna_vera
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “IL BUNKER

  1. Sì, indubbiamente la campagna elettorale inizia sempre piazzando i megafoni nei giusti angoli della piazza. Vedremo Rossella cosa farà dire ai suoi: se la linea editoriale sarà quella di Panorama smetteremo di lamentarci del TG1, anche se Mediaset è un’azienda privata che opera nel rispetto delle leggi e quindi può fare e dire (quasi) ciò che vuole. Sì, lo so che le leggi se le sono fatte in casa ma via, basta con il vedere complotti e gridare al regime.
    Mentana, comunque, non lascia un grande vuoto. E’ un fenomeno di terzismo (da non confondere con l’imparzialità ) che ben si amalgamava con il sistema dell’informazi one italiana.
    Lunedì comincia Rossella: nel primo editoriale prevedo i ringraziamenti a Mentana e l’annuncio di una nuova idea del Governo. La riduzione delle tasse.

Lascia un commento